"an incisive but singing tone"
Stuart Kremsky - Mr. Stu's Record Room (USA) - August 6, 2015
"Una voce incisiva e lirica insieme"
Stuart Kremsky - Mr. Stu's Record Room (USA) - August 6, 2015
"The amplification of Pastor's violin with its unmistakable sound"
Jean Michel Von Shouwburg - Orynx-improv'andsounds (BE) - January 25, 2015
"L'amplificazione del violino di Pastor con la sua grana inimitabile"
Jean Michel Von Shouwburg - Orynx-improv'andsounds (BE) - January 25, 2015
"...the malleable and always emotional strings of the violinist Stefano Pastor"
Antonio Terzo - Jazz Colours - January 2015
"...le malleabili e sempre sensibili corde del violinista Stefano Pastor"
Antonio Terzo - Jazz Colours - January 2015
 "Pastor approaches the alto sax sound of the man [Thomas Chapin Ed.] whom this soulful tribute is rightly awarded"
Herman Te Loo - Jazzflits (NL) - November 24, 2014
"Pastor si avvicina quasi al suono del sax contralto dell'uomo [Thomas Chapin NdR] cui questo sentito tributo è giustamente dedicato"
Herman Te Loo - Jazzflits (NL) - November 24, 2014
"His phrasing is cogent and concise, it elaborates sketches of dark and contorted themes on which develpes oblique variations as well" 
Gianni B. Montano - Jazz Convention - August 5, 2014
"Il suo fraseggio è stringente e conciso. Elabora tracce di motivi scuri e tortuosi, su cui poi sviluppa variazioni tematiche altrettanto oblique"
Gianni B. Montano - Jazz Convention - August 5, 2014
"...the sharp improvisation of Pastor's violin, close to a jazz sax sound thanks to the use of the instrument"
Vittorio Loconte - Music Zoom - July 2014
"...l´improvvisazione tagliente del violino (di Pastor), vicino ai sassofonisti jazz per l´uso dello strumento"
Vittorio Loconte - Music Zoom - July 2014
"Dreamlike, sandlike, cross, evocative"
Alberto Bazzurro - L'Isola della Musica Italiana - May 14, 2014
"Onirico, sabbioso, obliquo, evocativo"
Alberto Bazzurro - L'Isola della Musica Italiana - May 14, 2014
"Pastor has a velvety and dark sound, immediately recognizable, with a meditative and melancholy phrasing and a very original and personal use of the violin's technique which often looks like a wind instrument..."
Andrea Gaggero - Jazz Colours - May 2014
"Pastor ha un suono vellutato e scuro, immediatamente riconoscibile, con un periodare meditabondo e melanconico e un uso originalissimo, affatto personale, della tecnica violinistica che lo avvicina sovente ad uno strumento a fiato..."
Andrea Gaggero - Jazz Colours - May 2014
"There are not many contemoporary artists gifted with a so strong personality..."
Vittorio Loconte - Music Zoom - May 2014
"Sono pochi gli artisti contemporanei con una personalità così forte..."
Vittorio Loconte - Music Zoom - May 2014
"Thanks to a unique amplification and the physical plane of his violin he captures almost imperceptible sounds, thus transforming his instrument sounds to ones similar of wind instruments, surprising in its human vocal quality, at times even sounding as an electric guitar."
Eyal Hareuveni - All About Jazz (USA) - April 30, 2014
"Grazie a un sistema di amplificazione unico e alla messa a punto del suo violino egli cattura suoni quasi impercettibili trasformando, in tal modo, il suono del suo strumento a qualcosa di simile a uno strumento a fiato, sorprendente nella sua umana qualità vocale, suonando a volte persino come una chitarra elettrica."
Eyal Hareuveni - All About Jazz (USA) - April 30, 2014
"Pastor has a lyrical soul, and this is fully coherent with his other art form: poetry. "
Rui Edoardo Paes - Jazz.pt (Portugal) - April 2014
"Pastor ha un'anima lirica, il ché del resto trova piena affinità con la sua altra forma d'espressione: la poesia."
Rui Edoardo Paes - Jazz.pt (Portugal) - April 2014
"...a lyrical and edgy style..."
Francois Couture - Monsieur Délire (Canada) - March 11, 2014
"...uno stile lirico e tagliente..."
Francois Couture - Monsieur Délire (Canada) - March 11, 2014
"...Pastor has reached a his own idiom also using light electronics and effects; he developed a round and forceful sound, rich of influences not imediately recognizable."
Ettore Garzia - Percorsi Musicali - February 27, 2014
 
"...Pastor ha acquisito un suo idioma anche nella sperimentazione (anche con l'ausilio di elettronica leggera, tramite intelligenti esperimenti con pedaliere ed effetti corali), impossessandosi di un suono rotondo, molto presente e pieno di influenze non immediatamente riconoscibili."
Ettore Garzia - Percorsi Musicali - February 27, 2014
"...a poet very close to music: in his web-site one can find a portrait of him by Franca Novelli:
Stefano Pastor: the violinist and his Daemon
; this title draws the musical and philosophical challange which is continuously searched by Pastor in his works."
Ettore Garzia - Percorsi Musicali - February 27, 2014
 
"...un poeta a stretto contatto con la musica: nel suo sito internet troverete un dipinto di Franca Novelli dedicato all'artista: Stefano Pastor: the violinist and his Daemon, in cui è riepilogata quella continua sfida musicale e filosofica che il violinista continuamente cerca nei suoi lavori.
"
Ettore Garzia - Percorsi Musicali - February 27, 2014
"Forced through a fuzzbox, his violin returns a fantastic sound."
Kurt Gottschalk - The Squid's Ear (USA) - September 27, 2013
"Forzato attraverso un distorsore, il suo strumento restituisce un suono fantastico."
Kurt Gottschalk - The Squid's Ear (USA) - September 27, 2013
"Stefano Pastor, real coordinator (...) also exibits himself on doublebass in a strong jazzy way, 100% swinging."
Gianni B. Montano - Jazzitalia - February 17, 2013
 
"Stefano Pastor, autentico regista (...) si esibisce anche al contrabbasso con un contributo decisamente jazzistico, pieno di swing al 100%."
Gianni B. Montano - Jazzitalia - February 17, 2013
"...an angel voice that gives melodic touches which strongly remind of Chet Baker's «breath»..."
Guido Festinese - Alias - Il Manifesto - January 19, 2013
"...una voce d'angelo che regala carezze melodiche che non è possibile non rapportare al «soffio» di Chet Baker..."
Guido Festinese - Alias - Il Manifesto - January 19, 2013
"...how the violin changes under the experianced hands of Stefano Pastor"
Ghighi Di Paola - Battiti, RAI Radiotre - November 14, 2012
"...come si trasforma il violino sotto le abili mani di Stefano Pastor"
Ghighi Di Paola - Battiti, RAI Radiotre - November 14, 2012
"Stefano Pastor, an award-winning violinist who has performed with pianist Borah Bergman, also reveals an unexpected talent as a bassist..."
Ken Waxman - The New York City Jazz Record (USA) - November 14, 2012
"Stefano Pastor, violinista pluripremiato che ha suonato con il pianista  Borah Bergman, rivela anche un inaspettato talento come bassista..."
Ken Waxman - The New York City Jazz Record (USA) - November 14, 2012
"...his violin has often the breath of the wind instruments..."
Marco Buttafuoco - L'Unità, National Issue - October 22, 2012
"...il suo violino ha spesso il respiro degli strumenti a fiato..."
Marco Buttafuoco - L'Unità, Edizione Nazionale - October 22, 2012
"...many violin players these days try to “sound like” someone, but Stefano clearly has his own sonic vision, and pursues it with the kind of vigor you seldom find these days!"
Dick Metcalf - Zzaj Productions (USA) issue 127 - October 2012
"...molti violinisti attuali provano a imitare il suono di qualcuno, ma Stefano ha chiaramente la sua propria idea di suono, che persegue con un tale vigore raramente riscontrabile al giorno d'oggi!"
Dick Metcalf - Zzaj Productions (USA) issue 127 - October 2012
"... one of the most significant figures in the European jazz scene (...) one of the most personal and original voices on his instrument"
Sergio Piccirilli - El Intruso (Argentina) - October 11, 2012
"...una delle figure più significative della scena jazzistica europea (...) una delle voci più personali e originali sul suo strumento"
Sergio Piccirilli - El Intruso (Argentina) - October 11, 2012
"The big production, both on disc and on the scene, that Stefano Pastor put out along the years speaks about his versatility and the largeness of his artistic interests."
Sergio Piccirilli - El Intruso (Argentina) - October 11, 2012
"La feconda produzione discografica e scenica dispiegata negli anni da Stefano Pastor, dà conto tanto della sua versatilità quanto dell'ampiezza degli interessi artistici che lo animano."
Sergio Piccirilli - El Intruso (Argentina) - October 11, 2012
"...the Stefano Pastor's artistic path speaks clearly about a pronounced knowledge of his own interior world, a determined acceptance of his musical identity and an enduring wish to surpass himself. These qualities - clearly shown in his work - make to seem the Sant'Agostino's quote, at the top of this article (Conoscete, accettate, superate) like the North in the compass of the artistic path of Stefano Pastor."
Sergio Piccirilli - El Intruso (Argentina) - October 11, 2012
"...il percorso artistico sviluppato da Stefano Pastor parla chiaramente di una spiccata conoscenza del proprio mondo interiore, una decisa accettazione della propria identità musicale e un permanente desiderio di superarsi. Queste qualità - pienamente testimoniate dalla sua opera - fanno sembrare la massima di Sant'Agostino citata al principio di questo articolo (Conoscete, accettate, superate) come il Nord nella bussola del cammino compiuto da Pastor in relazione all'arte."
Sergio Piccirilli - El Intruso (Argentina) - October 11, 2012
"Stefano Pastor (...) shows his well known qualities in musical interpretation, reaffirms the variety of his aesthetic interests and - over all - shows faithfulness and firm belief in the devoted challenge of building his own artistic identity.
Be yourself; everyone else is already taken (Oscar Wilde)"
Sergio Piccirilli - El Intruso (Argentina) - October 11, 2012
"Stefano Pastor (...) esibisce le sue consuete qualità interpretative, riafferma la varietà dei suoi interessi estetici e - soprattutto - manifesta fedeltà e convinzione nella devota impresa di costruire una sua propria identità artistica. 
Sii te stesso, gli altri posti sono già occupati (Oscar Wilde)"
Sergio Piccirilli - El Intruso (Argentina) - October 11, 2012
"...his approach so  free, a marvelous approach to the instrument."
Ghighi Di Paola - Battiti, RAI Radiotre - October 9, 2012
"...il suo approccio così libero, un approccio meraviglioso allo strumento."
Ghighi Di Paola - Battiti, RAI Radiotre - October 9, 2012
"A violinist with a very particular sound, his research on timbre and microtones is undoubtedly effective (...) A not bad voice."
Pino Saulo - Battiti, RAI Radiotre -  October 9, 2012
"Violinista dal suono molto particolare, la sua è una ricerca timbrica e microtonale di indubbia efficacia (...) Una voce niente male."
Pino Saulo - Battiti, RAI Radiotre -  October 9, 2012
"An extreme and fascinating conception, an unorthodox approach to the instrument (...) a deep and definitely original research into the improvisation"
Vincenzo Fugaldi - Musica Jazz - October 2012
"Una concezione estrema e affascinante, un approccio non ortodosso allo strumento (...) uno scavo improvvisativo profondo e personalissimo"
Vincenzo Fugaldi - Musica Jazz - October 2012
"Pastor plays his instrument in a totally not academic way."
Gerlando Gatto - A Proposito di Jazz - I Nostri CD - October 5, 2012
"Pastor adopera il suo strumento in modo assolutamente non accademico."
Gerlando Gatto - A Proposito di Jazz - I Nostri CD - October 5, 2012
"...it's interesting the capability of Pastor to transform his violin into a saxophone, a guitar, an organ, a synthesizer through some instrumental techniques,  with effective realism."
Giulio Cancelliere - Silenziosa(mente) - September 30, 2012
"...incuriosisce la capacità di Pastor di adottare tecniche sullo strumento atte a trasformarlo in sassofono, chitarra, organo, sintetizzatore con efficace realismo."
Giulio Cancelliere - Silenziosa(mente) - September 30, 2012
"When Pastor's violin enters, its song is joyous as if some late-day birdsong has found its home inside it."
Chris Searle - The Morning Star - September 18, 2012
"Quando entra il violino di Pastor la sua canzone è gioiosa come se un canto d'uccelli serale vi avesse trovato la propria dimora."
Chris Searle - The Morning Star - September 18, 2012
" A violin for the giant Chet Baker (...) a challenge fit for the greatness of Pastor."
Paolo Ferrari - La Stampa - September 10, 2012
"Un violino per il gigante Chet Baker (...) una sfida all'altezza del blasone di Pastor."
Paolo Ferrari - La Stampa - September 10, 2012
"...Pastor is an extraordinary violin player who doesn't find the well deserved space in Italy (...)  Pastor knows how to enhance the melodies bringing them into a transforming process full of tension." 
Luigi Onori - Alias - Il Manifesto - September 8, 2012
"...Pastor è uno straordinario violinista che in Italia non trova gli spazi che meriterebbe (...) sa esaltare le melodie proiettandole verso una tensiva trasformazione."
Luigi Onori - Alias - Il Manifesto - September 8, 2012
"...the violinist here doesn't make the mistake, so typical with this instrument, of showing that orthodox virtuosity consisting in enhancing fast playing continuously. On the contrary Pastor is able to obtain from the strings of his violin different sounds, making the sound palette larger..."
Pachi Tapiz - Buscando Un Nombre - Toma Jazz (Spain) - September 6, 2012
"...il violinista non cade in quel virtuosismo ortodosso dove la velocità trova un rilievo preponderante, quando non unico, che è assai abituale per questo strumento. Per contro Pastor è capace di estrarre sonorità differenti dalle corde del suo violino e di conseguenza riesce ad ampliare enormemente la tavolozza sonora..."
Pachi Tapiz - Buscando Un Nombre - Toma Jazz (Spain) - September 6, 2012
"...virtuoso Italian violinist Stefano Pastor..."
Eyal Hareuveny - All About Jazz (USA) - August 28, 2012
"...il virtuoso violinista italiano Stefano Pastor..."
Eyal Hareuveny - All About Jazz (USA) - August 28, 2012
"...The violinist seems to put himself in front of the instrument as if he would be studing all the expressive possibilities from the zero grade, serching the unprecedented (...) Pastor shows an undoubted personality and this is the best talent that a musician can get."
Franco Bergoglio - Magazzino Jazz - August 2012
"...Il violinista sembra volersi porre di fronte allo strumento come se ne studiasse dal grado zero le possibilità espressive, alla ricerca dell’inedito (...) Pastor mostra una indubbia personalità e questo, per un musicista, è il migliore dei talenti."
Franco Bergoglio - Magazzino Jazz - August 2012
"...Stefano Pastor is a talented violinist from Italy who, through deep sonic research, has developed a unique violin sound."
Francois Couture - Monsieur Délire (Canada)  - August 22, 2012
"...Stefano Pastor è un violinista italiano talentuoso che, attraverso una profonda ricerca sul suono, ha sviluppato una voce unica al violino."
Francois Couture - Monsieur Délire (Canada)  - August 22, 2012
"...the man who is justly considered one of the best jazz violin players in the Old World."
Gerlando Gatto - A Proposito di Jazz - I Nostri CD - August 7, 2012
"...colui che a ben ragione viene oggi considerato uno dei migliori violinisti jazz del Vecchio Continente."
Gerlando Gatto - A Proposito di Jazz - I Nostri CD - August 7, 2012
"...the artistic sensitivity of Pastor, his musical horizons, made of jazz and avant-garde, echoes of European modern music and Brazilian popular songs, with the blues his guiding light throughout..."
Bruce Lee Gallanter - Downtown Music Gallery (NYC-USA) - July 20, 2012
"...la sensibilità artistica di Pastor, i suoi orizzonti musicali in cui convergono jazz e avanguardia, echi di musica euro-colta e musica popolare brasiliana, con il blues sempre ad indicare la rotta..."
Bruce Lee Gallanter - Downtown Music Gallery (NYC-USA) - July 20, 2012
"...that feeble voice, a bit stentorean that makes remember in a certain way the voice of the last Chet Baker..."
Alberto Bazzurro - L'Isola della Musica Italiana - July 2012
"...quella sua voce esile e un po’ stentata che ricorda in qualche misura l’ultimo Chet Baker..."
Alberto Bazzurro - L'Isola della Musica Italiana - July 2012
"...an impressive jazz phrasing (...) a remarkable sense of architecture..."
Vittorio Loconte - Musiczoom - July 2012
"...un fraseggio jazz invidiabile (...) un senso dell´architettura notevole..."
Vittorio Loconte - Musiczoom - July 2012
"...an interesting musician who developped a his own personal language..."
Pino Saulo - Radiotre Suite RAI - May 30, 2012
"...un musicista interessante che elabora un proprio linguaggio personale..."
Pino Saulo - Radiotre Suite RAI - May 30, 2012
"...brillant violin player (...) winner at the Musica Jazz magazine's referendum Top Jazz on 2010 and 2011"
Luciano Viotto - Distorsioni - May 25, 2012
"...brillante violinista (...) vincitore del referendum Top Jazz 2010 e 2011 della rivista Musica Jazz"
Luciano Viotto - Distorsioni - May 25, 2012
"Untireble researcher and experimenter, Pastor was really able to invent a new, very original voice on violin. A sound (...) turning into the liquid timber and the pronunciations of saxophone. A sound that recalls the human voice, as always happens with the great violin players."
Gi. Bo. - Alto Adige - February 22, 2012
"Instancabile ricercatore e sperimentatore, Pastor ha davvero saputo inventare una voce nuova, personalissima, per il violino.  "Un suono (...) che trasfigura nel timbro liquido e nelle pronunce del sassofono e rimanda anche, come sempre succede nei grandi violinisti, alla vocalità umana."
Gi. Bo. - Alto Adige - February 22, 2012
"A violin able to become a wind instrument"
Il Piccolo - February 20, 2012
"Un violino capace di trasformarsi in uno strumento a fiato"
Il Piccolo - February 20, 2012
"Pastor reasserts his distinctive qualities:  he plays violin as a sort of saxophone"
Gerlando Gatto - A proposito di Jazz - November 17, 2011
 
"Pastor ribadisce le sue caratteristiche peculiari: usare il violino come fosse una sorta di sassofono"
Gerlando Gatto - A proposito di Jazz - November 17, 2011
"His quality is the continuous reserch in searching a contemporary collocation for jazz violin"
 Marco Basso - La Stampa November 11, 2011
"Il suo merito è la continua ricerca nell'individuare una collocazione contemporanea al violino nel jazz"
 Marco Basso - La Stampa November 11, 2011
"Mr. Pastor has a completely distinctive tone and approach to the violin and has been known to use guitar strings on his instrument."
Bruce Lee Gallanter - Downtown Music Gallery (NYC - USA) - July 2011
"Mr. Pastor ha un suono e un approccio al violino completamente distintivi ed è noto per usare corde per chitarra sul suo strumento"
Bruce Lee Gallanter - Downtown Music Gallery (NYC - USA) - July 2011
"Stefano Pastor is one of the most prestigious and significant musicians on the Italian musical scene, at first in the classical music field and then within the research and jazz improvisation area; on 2010 he won the Top Jazz, the most important yearly referendum by Italian jazz critics."
L'Eco di Bergamo - July 20, 2012
"Stefano Pastor, uno dei musicisti più prestigiosi e significativi della scena musicale italiana, dapprima in ambito classico e poi in quello della ricerca e dell'improvvisazione jazz, nel 2010 ha vinto il Top Jazz, il più importante referendum annuale della critica jazz italiana."
L'Eco di Bergamo - July 20, 2012
"Violin here can sound like a saxophone, shakahuchi"
Jazzowy Alchemic - Jazz Alchemist (PL) - July 8, 2011
 
"Il violino qui può suonare come un saxofono, uno shakahuchi"
Jazzowy Alchemic - Jazz Alchemist (PL) - July 8, 2011
"Stefano Pastor knows how to choose the right fellows and situations to produce his different works. It's his own way to proceed that excludes the routine, accepting new challenges in unknown and warrying grounds"
Gianni B. Montano - Jazzitalia - July 3, 2011
 
"Stefano Pastor sa scegliere ogni volta compagni di viaggio e situazioni diverse per realizzare i suoi progetti. E' il suo metodo di lavoro che esclude la ripetizione, la routine, per accettare nuove sfide in territori mai sicuri e tranquillizzanti"
Gianni B. Montano - Jazzitalia - July 3, 2011
"...a kind of approach to the music (...) mostly built on the research and the innovation of violin's timbre an technique."
Pino Saulo - RAI Radiotre Battiti, 21 giugno 2011
 
"...un tipo di approccio alla musica (...) basato fondamentalmente sulla ricerca e sull’innovazione timbrica e tecnica proprio del violino
Pino Saulo - RAI Radiotre Battiti, 21 giugno 2011
 
"A biting assertiveness, large and warm makes Pastor's violin one of the most astounding, original and valuable expressions of the contemporary scene"
Giuseppe Dalla Bona - Musica Jazz n. 4 year 67 - April 2011
 
"Un'assertività abrasiva, larga e calda rende il violino di Pastor una delle espressioni più sorprendenti, originali e preziose della scena di oggi."
Giuseppe Dalla Bona - Musica Jazz n. 4 year 67 - April 2011
 
"the sound of his violin is pretty unique, with a kind of hoarse rasping quality that brings it sometimes closer to a reed instrument than a real violin. This warm and breathy sound offers totally new possibilities of expression"
Stef Gijssels - Free Jazz (BE) - April 16 2011
 
"Il suono del suo violino è assolutamente unico, caratterizzato da una qualità rauca e stridente che lo porta talvolta più vicino a uno strumento ad ancia che non ad un vero violino. Questo suono caldo e respirato offre possibilità d'espressione totalmente nuove"
Stef Gijssels - Free Jazz (BE) - April 16 2011
"It's really astounding to listen to this violin (...) which is almost a sax"
Luc Bouquet - Le Son du Grisli - April 2011
 
"Ci si meraviglia qui di questo violino (...) che è quasi un saxofono"
Luc Bouquet - Le Son du Grisli - April 2011
"One of the best Italian violinists and poly-instrumentalists"
Marco Poggio - Extra! Music Magazine - March 2011
 
"Uno dei migliori violinisti e polistrumentisti italiani"
Marco Poggio - Extra! Music Magazine - March 2011
"The research of a primitive, ancestral sound, unclean and savage, is the foudation of the way in which the musician from Genoa tinks about jazz (...) In his playing one can find Monkian nuances and a hidden debt of gratitude to Ornette's lesson"
Gianni B. Montano - Jazzitalia - February 26, 2011
"La ricerca di un suono primitivo, ancestrale, privo di tecnica o non pulito fanno parte, infatti, del modo di intendere il jazz in senso lato da parte del musicista genovese. (...) Nel suo incedere si intravedono reminiscenze monkiane e un debito latente alla lezione di Ornette"
Gianni B. Montano - Jazzitalia - February 26, 2011
"There still is someone (...) who work to the research of that hybrid and ancestral sound (...) Stefano Pastor is a violinist (...) walking along the paths of radical improvisation (...) He plays violin thinking to Charlie Parker, John Coltrane, Ornette Coleman. And his instrument certenly has the same breath of a saxophone"
Marco Buttafuoco - Giudizio Universale - February 11, 2011
"C’è ancora qualcuno (...) che lavora alla ricerca di quel suono meticcio ed arcaico (...) Stefano Pastor è un violinista (...) che da anni batte i sentieri dell’improvvisazione radicale. (...) Suona il violino con la mente rivolta a Charlie Parker, a John Coltrane, a Ornette Coleman. Ed è certo che il suo strumento abbia lo stesso respiro di un sax"
Marco Buttafuoco - Giudizio Universale - February 11, 2011
"An excellent violinist with an atypical gravelly tone (he fits his instrument with electric guitar strings) sweetened by a melodic sensibility that keeps him far from both Mediterranean stereotypes and excessive complexity"
Massimo Ricci – Paris Transatlantic – Yule 2010
"Un eccellente violinista con un suono atipico e roco (...) addolcito da una sensibilità melodica che lo tiene lontano sia dagli stereotipi mediterranei e sia da una eccessiva complessità"
Massimo Ricci – Paris Transatlantic – Yule 2010
"The saxophone-like and breathe pronounciation (...) the Aylerian lacerations of Pastor"
Gigi Sabelli - Musica Jazz n. 12 - December 2010
"La pronuncia «sassofonistica» e respirata (...) le lacerazioni ayleriane di Pastor"
Gigi Sabelli - Musica Jazz n. 12 - December 2010
"A violin expressing an avant-garde classicism"
Sergio Spada - Suono n. 446 - November 2010
"un violino portatore di classicismo d’avanguardia"
Sergio Spada - Suono n. 446 - November 2010
"Thanks go to UK label Slam Productions for spreading Pastor’s recordings for the past couple of years"
Francois Couture - Monsieur Délire -Radio Délire Musical (Canada) - October 14, 2010
"Grazie all'etichetta inglese Slam Productions per aver fatto conoscere le registrazioni di Pastor effettuate da un paio d'anni a questa parte"
Francois Couture - Monsieur Délire -Radio Délire Musical (Canada) - October 14, 2010
"The dominant, unmistakable quality of Pastor's violin is the unstable sound, able to show an incredible range of different timbres, remanding at the same time to a lazy, insinuating melodic phrasing"
Libero Farnè - All About Jazz Italia - October, 2010
 
"Il tratto dominante e inconfondibile del violino di Pastor è il sound ondivago, capace di modulazioni timbriche diversissime, connettendosi allo stesso tempo in modo simbiotico ad un fraseggio melodico pigro e insinuante"
Libero Farnè - All About Jazz Italia - October, 2010
 
"Stefano Pastor is one of the most interesting musicians among many who stood out on the Italian scene in the last years"
Roberto Dell'Ava - Mondo Jazz - September 2010
 
"Stefano Pastor è musicista tra i più interessanti tra tutti coloro che negli ultimi anni sono emersi sulla scena italiana"
Roberto Dell'Ava - Mondo Jazz - September 2010
"Stefano Pastor has a unique take on amplification, coaxing husky soprano and alto sax and shakuhachi-like tones from his violin"
Anthony Barnett - Musings on the Evolution of Jazz Violin - Fiddle Sessions - August 2010
"Stefano Pastor ha un modo unico di usare l'amplificazione, riesce a trarre dal suo violino un roco suono di soprano e alto sax e toni simili allo shakuhachi"
Anthony Barnett - Musings on the Evolution of Jazz Violin - Fiddle Sessions - August 2010
"...surprising sound the Pastor's violin one, a voice more similar to a wind instrument then what we usually expect from a violin"
Roberto Dell'Ava - Mondo Jazz - August 10, 2010
"...sorprendente suono del violino di Pastor, una voce molto più simile ad un fiato che a quello che comunemente si intende per  violino"
Roberto Dell'Ava - Mondo Jazz - August 10, 2010
"...an unmistakable sound as a result of a deep research and an original language, authentically 'Afro-American', inspired by the great saxophone players of the past. The violin's sound seem a wind instrument sound, working for an intriguing musical trip, innovative and fashinating like few"
Bergamo News - July 22, 2011
"...suono inconfondibile, frutto di una lunga ricerca volta a mettere a punto un linguaggio originale, ma autenticamente 'afro-americano' ispirato da grandi sassofonisti del passato, dove il suono del violino appare quello di uno strumento a fiato, posto al servizio di una intrigante avventura sonora, innovativa ed affascinante come poche"
Bergamo News - July 22, 2011
 
"One of the most innovatory violinists in contemporary jazz"
Maria Teresa Indellicati - Il Corriere Romagna di Ravenna - July 20, 2010
"Uno dei violinisti più innovativi del jazz contemporaneo"
Maria Teresa Indellicati - Il Corriere Romagna di Ravenna - July 20, 2010
"Pastor's violin sounds more voiced than you would expect from the instrument, with a somewhat hoarse quality, brings it close in timbre to the saxes"
Stef Gijssels - Free Jazz (BE) - July 14, 2010
"Il violino di Pastor ha una voce più potente di quanto ci si potrebbe aspettare dallo strumento, con una qualità alquanto rauca che lo porta vicino al timbro dei sax"
Stef Gijssels - Free Jazz (BE) - July 14, 2010
"Pastor's violin - which shows inviolable originality of sound and the certain of a melodic development - doesn't let anyone to tyrannize himself"
Giuseppe Dalla Bona -  Musica Jazz - July 2010
"Il violino di Pastor - dall'originalità timbrica intangibile e l'economia sicura di un incedere melodico - non si lascia comunque tiranneggiare"
Giuseppe Dalla Bona -  Musica Jazz - July 2010
 
"...The sound he takes out from his violin is absolutely original. His voice is different from any other violinist..."
Pachi Tapiz - Buscando Un Nombre - Tomajazz (Spain) - May 20, 2010
"...Il suono che estrae dal suo violino è assolutamente personale. La sua sonorità differente dal resto dei violinisti..."
Pachi Tapiz - Buscando Un Nombre - Tomajazz (Spain) - May 20, 2010 
"Stefano Pastor is a highly creative musician, always on the go, constantly searching for new ways to express his creative urgency (...) Pastor's violin sounds like a horn, because of timber's assonance, ease and elegance in the phrasing"
Vincenzo Roggero - All About Jazz Italia - May 6, 2010
"Stefano Pastor è musicista vulcanico, in continuo movimento, alla perenne ricerca di nuove declinazioni della propria urgenza creativa (...) il violino di Pastor suona come un  fiato, per assonanza timbrica, scioltezza ed eleganza nel fraseggio"
Vincenzo Roggero - All About Jazz Italia - May 6, 2010
"...Violinist Stefano Pastor has reached by now a his own identity inside the inernational jazz scene..."
Gerlando Gatto - A Proposito di Jazz - online-jazz.net - May 1,  2010
"...Il violinista Stefano Pastor si è ormai ritagliato un suo spazio nell'ambito del jazz internazionale..."
Gerlando Gatto - A Proposito di Jazz - online-jazz.net - May 1,  2010
 
"...Virtuoso violinist Stefano Pastor has worked Harry Beckett & Borah Bergman, as well as having an ongoing collaboration with Slam's reeds wiz George Haslam (...) Mr. Pastor played here at DMG last year & will hopefully be here again this summer, so don't miss an opportunity to hear him live..."
Bruce Lee Gallanter - Downtown Music Gallery (NYC - USA) - April 2, 2010
 "...Il virtuoso del violino Stefano Pastor ha lavorato con Harry Beckett & Borah Bergman, altrettanto va avanti la sua collaborazione con il mago delle ance di casa Slam, George Haslam (...) Mr. Pastor suonò qui al DMG l'anno scorso & sarà sperabilmente ancora qui la prossima estate per cui non perdete l'occasione di ascoltarlo dal vivo..."
Bruce Lee Gallanter - Downtown Music Gallery (NYC - USA) - April 2, 2010
"One of the most beautiful vocals I've heard in any CD I've reviewed in the last couple of years..."
Dick Metcalf  (aka Rotcod Zzaj) - Zzaj Productions (USA) - February 2010
"...Una delle più belle voci che abbia ascoltato tra tutti i CD da me recensiti da un paio d'anni..."
Dick Metcalf  (aka Rotcod Zzaj) - Zzaj Productions (USA) - February 2010
 
"... Pastor's approach blends bebop phrasing with a taste for avant-garde tonality (...) making this a fascinating and rewarding combination ..."
Marc Medwin - All About Jazz - New York (USA)  - February 28, 2010
 
 
"... L'approccio di Pastor mescola un fraseggio bebop con un gusto per le sonorità avanguardistiche (...) rendendo un'affascinante, gratificante combinazione..."
Marc Medwin - All About Jazz - New York  (USA) - February 28, 2010
 
"...Pastor, etherieal, directs a primordial dramatic sense to melodic waves, broken with conscious irregularity. His violin is always harsh and parsimonious, supported by an intelligent emotion able to change, even fading in an extremely articulated collective situations..."
Phillip McNally - Cadence (USA) - Jan/Feb/Mar 2010
 
"...Pastor, aeriforme, indirizza un originario senso drammatico in volute melodiche spezzate con studiata discontinuità. Il suo violino è come sempre abrasivo ed economico, sorretto da un'emozione intelligente disposta a mutare sino a sfumare nel disegno collettivo più articolato..."
Phillip McNally - Cadence (USA) - Jan/Feb/Mar 2010
 
"...Stefano Pastor is certainly multi-talented..."
Phillip McNally - Cadence (USA) - Jan/Feb/Mar 2010
"...Stefano Pastor è certamente multi talentuoso..."
Phillip McNally - Cadence (USA) - Jan/Feb/Mar 2010
"...his extraordinary pronunciation (...) characterized by that unique sound, absolutely different from any other jazz violin player's one... "
Roberto Dell'Ava - Jazz Colo(u)rs - January 2010
"...la sua straordinaria pronuncia (...)  caratterizzata da quel suono unico e assolutamente diverso da quello che qualsiasi altro violinista d'area jazzistica avrebbe potuto offrire..."
Roberto Dell'Ava - Jazz Colo(u)rs - January 2010
 
 "...a violin which seems to be delirious sometimes..."
Vittorio Loconte - Music Boom - January 21, 2010
 
"...un violino che a volte sembra delirare..."
Vittorio Loconte - Music Boom - January 21, 2010
 
"...thanks to the extraordinary qualities of Pastor who reconfirms himself as one of the best violin players in the world"
Gerlando Gatto - A Proposito di Jazz - online-jazz.net - January 16,  2010
"...grazie alle straordinarie qualità di Pastor che si riconferma uno dei migliori violinisti jazz oggi in esercizio"
Gerlando Gatto - A Proposito di Jazz - online-jazz.net - January 16,  2010
 
"...a big surprise for yours truly who never met him previously..."
Massimo Ricci - Temporary Fault - January 11, 2010
"...una grande sorpresa per coloro i quali non l'avessero mai incontrato..."
Massimo Ricci - Temporary Fault - January 11, 2010
"Who knows and appreciates Stefano Pastor could be surprised by listening him also as a singer like in this occasion (...) this beautiful version of the Tenco's song represents an important step"
Pino Saulo - Battiti - RAI Radiotre - December 3, 2009
"Chi ha avuto modo di conoscere, apprezzare Stefano Pastor sarà abbastanza sorpreso dall’averlo ascoltato anche nelle vesti di cantante come in questa occasione. (...) questa bella versione del brano di Tenco costituisce sicuramente un passo importante"
Pino Saulo - Battiti - RAI Radiotre - December 3, 2009
 
"His sound (...) even could be exchanged with a wind instrument sound"
Gigi Sabelli - Musica Jazz n. 12 - December 2009
 
"Il suo suono (...) può addirittura confondersi con quello di uno strumento a fiato"
Gigi Sabelli - Musica Jazz n. 12 - December 2009
"Pastor acknowledges a debt to the wind intruments of bop and much of his playing is, in fact, seemingly alive with breath, gasping in shrill excitement, moaning low or painting its last."
Matt Marshall - Jazz Inside NY (USA) - November 2012
"Pastor riconosce un debito verso gli strumentisti a fiato del bop e molto del suo stile è, in fatti, apparentemente vivo e respirante, ansimando in penetranti agitazioni, gemendo piano o dipingendo il suo ultimo." 
Matt Marshall - Jazz Inside NY (USA) - November 2012
 
"Pastor's strings almost sound like a horn (...) for those who want innovation in their sonic adventures, this is the cat's meow!"
Dick Metcalf  (aka Rotcod Zzaj) - Zzaj Productions (USA) - November 2009
 
"Le corde di Pastor suonano quasi come uno strumento a fiato (...) per coloro i quali cercano innovazione nelle loro avventure sonore questo è qualcosa di eccezionale!"
Dick Metcalf  (aka Rotcod Zzaj) - Zzaj Productions (USA) - November 2009
"Pastor's voice makes to think to the Chet Baker's voice, sending cipher messages from the sky."
Guido Festinese - Il Manifesto - Alias n. 45 - November 14, 2009
"la voce (di Pastor) sembra quella di un Chet Baker che mandi messaggi cifrati dal cielo."
Guido Festinese - Il Manifesto - Alias n. 45 - November 14, 2009
"Stefano Pastor's muscular violin playing (...) is just as impressive"
Dan Warburton - Paris Transatlantic Magazine (USA) - Autumn 2009
"Il violinismo muscolare di Stefano Pastor (...) è proprio  impressionante"
Dan Warburton - Paris Transatlantic Magazine (USA) - Autumn 2009
"He plays the violin but the 'voice' that he gives his instrument is unique: it sounds deep and full, something holding the middle between a clarinet and a soprano."
Stef Gijssels - Free Jazz (BE) - November 12, 2009
"Suona il violino ma la 'voce' che ne ricava è unica: una voce piena e profonda, qualcosa a metà tra un clarinetto e un soprano."
Stef Gijssels - Free Jazz (BE) - November 12, 2009
"...an avant gard art, surely radical, in which words, music and interiors images meet one each other creating a perfect mix of artistic expression... "
Edoardo Meoli - Il Secolo XIX - November 3, 2009
"...un'arte d'avanguardia, certamente radicale, in cui parole, musica e immagini interiori si fondono in un connubio perfetto di espressività artistica..."
Edoardo Meoli - Il Secolo XIX - November 3, 2009
 
"Apt to bend a pitch rather than leave it statically squared in the middle, he revels in microtones and attacks bravura passages with an acid-toned eschewal of neo-romanticism (...) He is steeped in traditional jazz styles, but is able both to adopt and, in turn, parody their conventions with equal believability."
Christian Carey - Sequenza21 (USA) - October 30, 2009
 
"Capace di variare l'intonazione quanto di mantenerla staticamente centrata, egli gioca con la micro-tonalità e attacca passaggi di bravura con un suono acido, ben lontano dal neo-romanticismo (...) Egli è totalmente imbevuto degli stili del la tradizione jazz, ma è ugualmente capace di assumere e, successivamente, parodiare le loro convenzioni con eguale credibilità."
Christian Carey - Sequenza21 (USA) - October 30, 2009
"His hard, thick tone takes some adjusting to"
Andy Hamilton - Wire (USA) - October 2009
"Il suo suono, duro e spesso è in grado di caratterizzare il contesto in cui si muove"
Andy Hamilton - Wire (USA) - October 2009
"...and the violin work of Stefano Pastor, of whom Crothers says, 'His playing is like nothing anyone has heard before.'"
Marc Medwin - All About Jazz - NY (USA) - October 2009
"...e il lavoro al violino di Stefano Pastor del quale Crothers ebbe a dire: 'Il suo modo di suonare non assomiglia a nessun altro che abbiate ascoltato prima.'"
Marc Medwin - All About Jazz - NY (USA) - October 2009
a breath-like violin with a dense bow which invents strong, persistent and amazing lines."
Luc Bouquet - Le Son Du Grisli (FR)- October 2009
un violino insufflato dall'arco denso che inventa linee forti, persistenti e stupefacenti." 
Luc Bouquet - Le Son Du Grisli (FR)- October 2009
"Pastor is able to give a very original interpretative warmth to an instrument that crosses the compositions powerfully but delicately like someone that doesn't want to broke anything"
Pierluigi Zanzi - Suono - October 2009
"Pastor riesce a dare un calore interpretativo fuori dal comune ad uno strumento che attraversa le composizioni con determinazione ma anche con la delicatezza di chi non vuol rompere nulla"
Pierluigi Zanzi - Suono - October 2009
"Stefano Pastor, a man we’re seeing and hearing more and more of since 2007 or so. Pastor has a different approach of the violin. He ven uses extremely rigid electric guitar strings to alter his sound and push it toward something more powerful and remote from the classical heritage of the instrument."
Francois Couture - Monsieur Délire -Radio Délire Musical (Canada) - October 2009  
"Stefano Pastor  fa molto parlare di sé ultimamente. Pastor ha un approccio differente al violino sulla spinta di un suono potente e lontano dalle sonorità classiche. Egli utilizza persino corde per chitarra elettrica estremamente rigide per alterare il suono del suo strumento."
Francois Couture - Monsieur Délire -Radio Délire Musical (Canada) - October 2009
"The goal of Stefano Pastor is extremely clear. He enforces himself to play his violin like a wind instrument"
Jean Dezert - Le Son Du Grisli (FR)- October 2009
"Il proposito di Stefano Pastor è largamente percepibile. Il suo obiettivo è di far suonare il suo violino come uno strumento a fiato"
Jean Dezert - Le Son Du Grisli (FR) - October 2009
"...A heavy sound that works out fine in this context."
Dolf Mulder - Vital Weekly n. 705 - October 2009
"...Un suono potente che funziona molto bene in questo contesto."
Dolf Mulder - Vital Weekly n. 705 - October 2009
"A glazed, harsh violin sound which sometimes makes to think to a soprano saxophone (by its own nature itself inspires)"  
Alberto Bazzurro - L'Isola Che Non C'Era - October 2009
"Un violino dal suono satinato, sabbioso, che qua e là sembra quasi virare verso il sax soprano (proprio per sua indole)"
Alberto Bazzurro - L'Isola Che Non C'Era - October 2009
"Stefano Pastor's dual identity reveal very real potential conflicts resolved in the most organic way (...) It sounds effortless but it has been in fact a laborious road"
Karla Cornejo - All About Jazz - NY (USA) - September 2009
"La doppia identità di Stefano Pastor rivela conflitti potenziali assai reali, risolti nel modo più organico (...) Ciò che suona in modo naturale è in realtà frutto di un percorso laborioso"
Karla Cornejo - All About Jazz - NY (USA) - September 2009
"An instrumental timbre which seems to directly come out from the Coltrane's soprano saxophone"
Vincenzo Roggero - All About Jazz Italia - September 14, 2009
"Un timbro che (...) sembra provenire direttamente dal sax soprano di Coltrane"
Vincenzo Roggero - All About Jazz Italia - September 14, 2009
"Pastor's violin tone sounds warmer and reedier than you would expect, often bringing his timbre extremely close to that of the soprano"
Stef Gijssels - Free Jazz (BE) - September 12, 2009
"Il violino di Pastor suona più caldo e simile ad uno strumento ad ancia di quanto non ci si aspetti, portando spesso il proprio timbro estremamente vicino a quello di un sax soprano"
Stef Gijssels - Free Jazz (BE) - September 12, 2009
"A heavy sound, allowing his violin and the way he plays it to speak like a wind instrument - with breath and power."
Bruce Lee Gallanter - Downtown Music Gallery . September 2009
"Un suono potente, che permette al suo violino e al  modo in cui lo suona di pronunciare come uno strumento a fiato - con fiato e forza."
Bruce Lee Gallanter - Downtown Music Gallery . September 2009
"(Pastor) listened to the great saxophonists and trumpeters so much (Trane, Chet, Hawkins, Ornette) and this convinced him that also the violin has an own blow, an own breath. And he is able to produce it with his particular approach" 
Marco Buttafuoco - Jazzitalia - September 2009
"(Pastor) ha tanto ascoltato i grandi sassofonisti e trombettisti del Jazz (Trane, Chet, Hawkins, Ornette) da convincersi che anche il violino ha un suo soffio, un suo respiro, che il musicista può far sentire con tecniche particolari"
Marco Buttafuoco - Jazzitalia - September 2009
"(Stefano Pastor) unfolds visions of freedom and metamorphosis, giving us a genuine and surprisin gdynamism, astonishing our hearing which don't know anymore if the heard air comes from a violin or a soprano saxophone, but it don't worry about, because that air generated by a mysterious origin touches the strings of the soul"
Milena Antonucci - Satura n. 6 secondo trimestre 2009 - June 2009
 
"(Stefano Pastor) schiude visioni di libertà e di metamorfosi, concedendoci un dinamismo genuino e sorprendente, stupendo il nostro udito che più non sa se l'aria che sta ascoltando giunga da un violino o da un saxofono soprano, ma che neppure se ne preoccupa, poiché quell'aria di matrice misteriosa sfiora le corde dell'anima"
Milena Antonucci - Satura n. 6 secondo trimestre 2009 - June 2009
"His instrument, so special when plays alone, just needs listening more than comments"
Cosimo Parisi - Music Boom - August 2009
"Il suo strumento, così speciale quando suona da solo, ha bisogno solo d'ascolto e meno di commenti"
Cosimo Parisi - Music Boom - August 2009
"His violin' sound is singing, lyrical, often uncannily close to a concert flute"
Francois Couture - Monsieur Délire -Radio Délere Musical (Canada) - May 2009
"Il suo violino ha un suono melodico, lirico, che somiglia sovente al flauto traverso, sorprendentemente"
Francois Couture - Monsieur Délire -Radio Délere Musical (Canada) - May 2009
"...The violinist has by now elaborated a modern and unmistakeble pronunciation, made of little fluctuations of timber and dynamics,  a vivid melodic sense, now melancholic and restrained, now lyric and vibrating..."
Libero Farnè - All About Jazz - Italia - May 21, 2009
 
"...Il violinista ha ormai messo a punto una pronuncia attuale e inconfondibile, fatta di piccole oscillazioni timbriche e dinamiche, di uno spiccato senso melodico, ora malinconico e restio, ora lirico e vibrante..."
Libero Farnè - All About Jazz - Italia - May 21, 2009
"Speaking of Pastor, even though he regularly defers to a collective sensibility, it is still his show, and he is splendid on the moving journey of 'Siena' (Uncrying Sky - Silta Records SR 0702)"
Jay Collins - Cadence (USA) - Apr/Jun 2009 
"Parlando di Pastor, anche se rimanda regolarmente alla sensibilità collettiva, è sempre la sua manifestazione, ed è splendido nel commovente viaggio di 'Siena' (Uncrying Sky - Silta Records SR 0702)"
Jay Collins - Cadence (USA) - Apr/Jun 2009 
"The sound of Pastor is melting and he allows himself a couple of evocative episodes on flute"
Luca Canini - All About Jazz Italia - November 17, 2009
"Struggente il violino di Pastor, che si concede pure un paio di evocative sortite al flauto di legno"
Luca Canini - All About Jazz Italia - November 17, 2009
"A new confirmation of Pastor's artistic evolution"
Vincenzo Giorgio - Wonderous Stories n. 14 - December 2008
"Ulteriore conferma dell'evoluzione artistica del polistrumentista genovese"
Vincenzo Giorgio - Wonderous Stories n. 14 - December 2008
"the fiddler is then able to unleash shrill spiccato, striated pulsations, and layers of vibrating, jagged timbres"
Ken Waxman - Jazz Word (Canada) - November 30, 2008
"il violinista è prontamente abile a scatenare penetranti spiccato, striate pulsazioni, e piani di vibranti, ruvidi timbri"
Ken Waxman - Jazz Word (Canada) - November 30, 2008
"Hallelujah!! At least one brilliant mind has understood the best relationship between poetry and music. And that person is Stefano Pastor (...) Pastor's violin sounds like you've never heard a violin before"
Stef Gijssels - Free Jazz - September 12, 2009
"Allelujah! come minimo una mente brillante ha capito la migliore relazione tra poesia e musica. E quella persona è Stefano Pastor (...) Il violino di Pastor suona come nessun violino che possiate aver mai sentito prima"
Stef Gijssels - Free Jazz - September 12, 2009
"Stefano Pastor’s stringwork is unique; he somehow makes violin and viola sound like a wind instrument, incorporating the minute slides and dynamic shifts into each attack and decay that I had previously associated only with saxophonists" 
Marc Medwin - Cadence (USA) - Jul/Sep 2008
"Il lavoro sugli archi di Stefano Pastor è unico; egli in qualche modo rende il suono del violino e della viola come quello di uno strumento a fiato, imprimendo in ogni attacco e coda quei minuti scivolamenti e quegli spostamenti dinamici che io avevo precedentemente associato soltanto a saxofonisti" 
Marc Medwin - Cadence (USA) - Jul/Sep 2008
"...Pastor's sound is tight and sharp,a quiet scream of courage..."
Guido Festinese - Alias n.26 anno 11 - Il Manifesto - June 28 2008
"...Il suono di Pastor è teso e tagliente, un quieto grido di coraggio..."
Guido Festinese - Alias n.26 anno 11 - Il Manifesto - June 28 2008
"...Pastor’s work is thoughtful and intriguingly elided..."
Brian Morton - Jazz Review (UK) - June 2008
"
 
 
"...Il lavoro di Pastor è riflessivo e intrigantemente eliso..."
Brian Morton - Jazz Review (UK) - June 2008
 
 
 
"...a Pastor (on flute and then on violin) who really flights high, authentic synthesis of Black Music and European tradition…”
Gennaro Fucile – Quaderni d’Altri Tempi – May/June 2008
"...un Pastor (prima al flauto e poi al violino) che vola davvero alto, sintesi autentica di Black Music e tradizione europea...”
Gennaro Fucile – Quaderni d’Altri Tempi – May/June 2008
"One of the most sensitive voices in the contemporary jazz vant-guard"
Alessandro Hellmann - FertiliLinfe anno III n. -4 - primavera 2008
"Una delle voci più sensibili dell'avanguardia jazz contemporanea"
Alessandro Hellmann - FertiliLinfe anno III n. -4 - primavera 2008
“...A new recording by Slam in which (Pastor) demonstrates his international dimension. His violin has an impressive presence on stage...”
Cosimo Parisi – Musicboom – March 28 2008
 
“...Nuova incisione per la Slam Records in cui (Pastor) ha modo di mostrare come abbia ormai acquistato una dimensione internazionale. Il suo violino ha una presenza scenica impressionante...”
Cosimo Parisi – Musicboom – March 28 2008
“...An improviser very interested to the links between music and poetry, to the synthesis of the different artistic languages...”
Marco Buttafuoco – Jazzitalia – March 16 2008
 
“...Un improvvisatore molto interessato ai legami fra musica e poesia, alla sintesi dei linguaggi artistici diversi...”
Marco Buttafuoco – Jazzitalia – March 16 2008
“...Perhaps Pastor is actually the only Italian musician able to write new pages in jazz history...”
Marco Maiocco – Disco Club – March 7 2008
“...Pastor è forse in questo momento l’unico musicista italiano in grado di scrivere nuove pagine da inserire nel libro mastro della storia del jazz...”
Marco Maiocco – Disco Club – March 7 2008
“…Pastor draws from Coltrane the spiritual breath and the reflection on other cultures...”
Enzo Boddi – Jazz Colours Year I n. 2 – March 2008
“…Da Coltrane (…) Pastor ha derivato l’afflato spirituale e la riflessione su altre culture...”
Enzo Boddi – Jazz Colours Year I n. 2 – March 2008
"...Pastor elaborated from some time an interesting violin technique, coming out from a saxophonist phrasing in a vocal way. Then he began to play and record with musicians of jazz research' fields with excellent results..."
Flavio Massarutto – Jazzit n. 45 – March/April 2008
“…Pastor ha da qualche tempo affinato una tecnica intrigante al violino secondo un approccio e un fraseggio sassofonistico e in definitiva vocalizzante. Ha poi cominciato a suonare e incidere con musicisti del circuito del jazz di ricerca con eccellenti risultati...”
Flavio Massarutto – Jazzit n. 45 – March/April 2008
"...an idea of sound never consolatory or sentimental..."
Guido Festinese - Alias n.6 anno 11 - Il Manifesto - February 9 2008
"...un'idea di suono che non è mai consolatoria o sentimentale..."
Guido Festinese - Alias n.6 anno 11 - Il Manifesto - February 9 2008
"...his phrasing (...) evolves light and limpid, almost sneaking, with great musical sense..."
Libero Farné - All About Jazz Italia - February 4 2008
"...Il suo fraseggio (...) evolve leggero e limpido, quasi sornione, con grande musicalità..."
Libero Farné - All About Jazz Italia - February 4 2008
“…Pastor pulls out from the violin an original and powerful voice: a scratch which doesn’t resound but wounds; which doesn’t drag harmonics but minute drops of blood...”
Giuseppe Dalla Bona – Musica Jazz n.1 year 64 – January 2008
“…Pastor ricava dal violino una voce originale e potente: un graffio che non risuona ma ferisce e, più che armonici, trascina minutissime gocce di sangue...”
Giuseppe Dalla Bona – Musica Jazz n.1 year 64 – January 2008
“…The violinist looks to the new, but a new that find origin from the past, always in a constructive way. Here is taking place the reflection: nothing is more new then the past, we often heard! But it’s exactly when the new comes out from the past, even to transform it heavily, but always in a constructive way, that the critic change births …”
Dino Plasmati – Jazzitalia – December 23 2007
“...Lo sguardo del violinista è al nuovo, ma si origina dal passato, si rivolge ad esso, ma sempre in maniera costruttiva. E' qui che avviene la riflessione: nulla è più nuovo del passato, si è sentito spesso dire! Ma è proprio quando il nuovo viene alla luce dal passato e si rivolge a questo, magari per trasformarlo anche pesantemente, ma sempre costruttivamente, che si crea il cambiamento critico…”
Dino Plasmati – Jazzitalia – December 23 2007
“The violinist Stefano Pastor’s language, is the result of a clearly restless temperament, keen on contaminations between non communicating forms His peculiar timbre is a John Coltrane’s natural son…”
Luca Bandirali – SuperEva Cinema – November 23 2007
“Il linguaggio di Stefano Pastor, violinista, è il risultato di un temperamento evidentemente inquieto, appassionato di contaminazioni tra forme non comunicanti (…) Il suo peculiare timbro è però figlio naturale di John Coltrane…”
Luca Bandirali – SuperEva Cinema – November 23 2007
“...Stefano Pastor is a classic based violinist reached to jazz and to the pure research with obstinate strictness…”
Guido Festinese – Alias n.44 anno 10 – Il Manifesto – November 10 2007
“...Stefano Pastor è un violinista di formazione classica approdato poi al jazz e alla ricerca pura, con ostinato rigore...”
Guido Festinese – Alias n.44 anno 10 – Il Manifesto – November 10 2007
“Stefano Pastor devotes himself to transmit into his sounds and his texts the whole own sensitivity. An interesting author...”
Sabine Moig – Jazzosphere (Fr) n. 33 – dall’intervista “S.P., Un Poète au Violon” - November 2007
“Stefano Pastor si applica a trasmettere ai suoni e ai testi che compone tutta la sensibilità che lo anima. Un autore da seguire...”
Sabine Moig – Jazzosphere (Fr) n. 33 – dall’intervista “S.P., Un Poète au Violon” - November 2007
“...an italian musician and poet willing in not betray any of his artistic ambitions”
Sabine Moig – Jazzosphere (FR) n. 33 – November 2007
“...un musicista e poeta italiano abitato dalla volontà di non tradire alcuna delle sue ambizioni artistiche.”
Sabine Moig – Jazzosphere (FR) n. 33 – November 2007
“…(Pastor) devoted himself to jazz and improvisation developing an absolutely personal language…”
Pino Saulo – RAI Radiotre Suite – November 12 2007
“…(Pastor) si è sempre più dedicato al jazz e sempre più all’improvvisazione sviluppando un linguaggio assolutamente personale…”
Pino Saulo – RAI Radiotre Suite – November 12 2007
“…one of the most interesting emergent Italian musicians…”
Enzo Boddi – Musica Jazz n. 11 anno 63 – November 2007
"...tra i più interessanti italiani emergenti..."
Enzo Boddi – Musica Jazz n. 11 anno 63 – November 2007
“…Stefano's strange spinning strings are joined by odd, eerie, breath-like vocal sounds…”
Down Town Music Gallery (USA) - October 2007
"...Le corde di Stefano, capaci di intessere strane trame, sono mosse da un originale, misterioso, respirato suono vocale..."
Down Town Music Gallery (USA) - October 2007
“…wonderful intellectual strictness and magnificent solitary restlessness of Pastor’s improvisations. (…) The violin palpitates, writhes in pain, we can almost see it bleed in Pastor’s cruel arms, we believe to hear the vibrations of the slow agony of its timbre…”
Luca Canini - All About Jazz Italia –  October 2007
“…splendido rigore intellettuale e magnifica inquietudine solitaria delle improvvisazioni di Pastor. (…) Il violino palpita, si contorce dolorosamente, sembra quasi di vederlo sanguinare tra le braccia crudeli di Pastor, sembra di sentirne vibrare la lenta agonia timbrica…”
Luca Canini - All About Jazz Italia –  October 2007
“…His sounds on violin disconcert the listener, de-stabilize his usual perceptions. He shows an unexplored elsewhere and a perpetual building
form …”
Sabine Moig – Jazzosphere (Fr) – October 2007
“... I suoi suoni al violino sconcertano l’uditore, destabilizzano le sue percezioni abituali o convenzionali. Egli fa intravedere un altrove non esplorato e una forma in costruzione perpetua…”
Sabine Moig – Jazzosphere (Fr) – October 2007
“…a really lancinating sound, but sharply, almost ironically…”
Diego D’Angelo – Jazzconvention – October 2007
“…un suono davvero lancinante, ma sottilmente, quasi ironicamente…”
Diego D’Angelo – Jazzconvention – October 2007
“…When we are listening to the deep, rich, faceted sound of the masters of free jazz, from Albert Ayler to Lester Bowie, from Archie Shepp to Muhal Richard Abrams, from David Murray to Hamiett Bluiett, it is like to see sound spectrums, graphics of the temporal scanning that add the different and following stylistics stratifications into which jazz has passed. Violinist from Genoa Stefano Pastor appertains  to this category of musicians…”
Marco Maiocco – Disco Club – September 17 2007
“…quando ascoltiamo le profonde, ricche, sfaccettate sonorità dei grandi del free o dell’avanguardia, da Albert Ayler a Lester Bowie, da Archie Shepp a Muhal Richard Abrams, da David Murray a Hamiett Bluiett, è come avere a che fare con spettri sonori, grafici della scansione temporale in grado di sommare le diverse e successive stratificazioni stilistiche che hanno contraddistinto l’evoluzione della musica afroamericana negli Stati Uniti. Il violinista genovese Stafano Pastor appartiene a questa categoria di musicisti…”
Marco Maiocco – Disco Club – September 17 2007
“…Pastor’s poetry prevails with an exuberant sound, strikingly lucid and hearty. It reflects listening and seeing tuneless life sketches that reach lurid and amazing interpretations. He definitely soars heavenward here while piercing and up-roaring with his fellows via his self-willed substantiality…”
Ana Isabel Ordonez – Jazzreview (USA) – September 2007
“…La poesia di Pastor predomina con un suono esuberante, straordinariamente lucida e sincera. Essa riflette l’ascolto e la visione di abbozzi di vita scordata che giunge a spettrali e sorprendenti interpretazioni. Egli si libra in volo precisamente rivolto al cielo, nonostante la lacerazione e il fragore di quiaggiù, con i suoi compagni, attraverso la sostanzialità della propria volontà…”
Ana Isabel Ordonez – Jazzreview (USA) – September 2007
“…an exalting, brave timbric reseach and an obstinate, intelligent ductility…”
Marco Maiocco – Disco Club – September 17 2007
“…un’esaltante strenua ricerca timbrica e una mai doma intelligente duttilità…”
Marco Maiocco – Disco Club – September 17 2007
“…a violin which learnt the bop and free lessons projecting them into unexplored territories…”
Vincenzo Roggero - All About Jazz Italia –  September 2007
“…un  violino che ha assorbito la lezione del bop e del free proiettandola verso territori inesplorati...”
Vincenzo Roggero - All About Jazz Italia –  September 2007
“…One of the most interesting voices of the contemporary jazz vanguard…”
Cosimo Parisi – Musicboom – September 2007
“…una delle voci più interessanti dell´avanguardia jazz contemporanea….”
Cosimo Parisi – Musicboom – September 2007
“...Pastor is totally attuned to the great sensitivities of self-awareness, transcendence and whole unity in which the expedition translates into music of subliminal proportions. He draws, drafts and reaches essential phrases, deploying his soul in each note that he circumspectly selects. These improvisational concepts will engross and thrill the listener, injecting into your force of will both tellurian and solemn directions. Sublime...”
Ana Isabel Ordonez – Jazzreview (USA) – July 2007
”...Pastor è totalmente in sintonia con le grandi sensibilità dell’autoconsapevolezza, della trascendenza e della piena unità in cui la diligenza traduce in musica subliminali proporzioni. Egli traccia, abbozza e raggiunge frasi essenziali, sviluppando la sua anima in ogni nota selezionata con circospezione. Questi concetti improvvisazionali cattureranno e faranno rabbrividire l’ascoltatore, trasmettendo con forza entrambe le direzioni, tellurica e solenne. Sublime…”
Ana Isabel Ordonez – Jazzreview (USA) – July 2007
"...To risk in music is to run on a different path then the usual. This is the way of the Italian jazz musician Stefano Pastor who, using his violin with intelligence and audacity, develops new possibilities of expression..."
José Luis Ajzenmesser - Notorius (Argentina) - July 2007
"...Assumere rischi in musica è transitare per sentieri differenti dall'enunciato. Questo è ciò che fa il musicista italiano di jazz Stefano Pastor che, utilizzando il suo violino con intelligenza e audacia, sviluppa nuove possibilità di espressione..."
José Luis Ajzenmesser - Notorius (Argentina) - July 2007
“Stefano Pastor  turned his instrument to play in an antithetical way to a belcanto feel , and now he use it to give voice to all the faces of his emotional physiognomy and of his intellectual reflection. This could be in short, the description of Pastor’s playing, a violinist who is living a state of grace…”
Giampaolo Chiriacò – Jazzit year 8 n. 41 – July/August 2007
“Stefano Pastor ha fatto del suo strumento l’antitesi del belcanto, e ora lo utilizza per dare voce a tutte le facce della sua fisionomia emotiva e della sua riflessione intellettuale. Con queste parole si potrebbe sintetizzare il percorso di Pastor, violinista che sta attraversando uno straordinario periodo di grazia…”
Giampaolo Chiriacò – Jazzit year 8 n. 41 – July/August 2007
“…His pronunciation is very near at times to the one of a soprano sax, revealing, but also materializing the long and continuous research, the obstinate experimentation as well as the depth and the sensibility employed in the study, both on the technique and of the voice of important masters as Coleman and Lacy, Coltrane and Liebman (…) Pastor’s sound, (…) in the moments of larger melodic extent, gives to the user also the perception of a thickening of silence harmonics…”
Erika Dagnino – FertiliLinfe n.1 – Summer 2007
 
“…la sua pronuncia è prossima a tratti a quella di un sax soprano, rivelando, ma anche materializzando la lunga e continua ricerca, l’ostinata sperimentazione, nonché la profondità e la sensibilità impiegate nello studio, sia della tecnica sia della voce, di importanti maestri quali Coleman e Lacy, Coltrane e Liebmann (…) È quello di Pastor un suono (…) che, nei momenti di maggior ampiezza melodica, consegna al fruitore anche la percezione dell’addensarsi, attorno alle note e all’arco, di armonici fatti di silenzio…”
Erika Dagnino – FertiliLinfe n.1 – Summer 2007
"Only in the shadows and undercurrents of Stefano's odes does one
hear the violin.   It is hidden.  It also colors the sadness of this world where
trains pass the hoboes and shopping malls and the graveyards of
Horace, and pass on into time, where time is lost, and
all eternity will not take us along.”
e tutta l'eternità non ci porterà con sé."
Mark Weber - Uncrying Sky' Liner Notes – July 2007
"Soltanto nelle ombre e nei segreti delle odi di Stefano è possibile
ascoltare il violino.  È nascosto.  Dipinge la tristezza di questo mondo dove
i treni oltrepassano i vagabondi e i centri commerciali e i cimiteri di
Orazio, e passano oltre nel tempo, dove il tempo è perduto,
e tutta l'eternità non ci porterà con sé."
Mark Weber - Uncrying Sky' Liner Notes – July 2007
“…His sound is round, reach, almost insufflated, and as well as for the great jazz masters, immediately recognizable, searched and found transforming and modifying his instrument. It is incredible how it seems a wind instrument and, at the same time, it recalls the Stuff Smith’ violin.”
Marco Maiocco – Disco Club – July 2007
“…Il suo è un suono rotondo, pastoso, quasi insufflato, come si conviene ai grandi del jazz immediatamente riconoscibile, cercato e trovato attraverso precisi accorgimenti sullo strumento. Incredibile come sembri uno strumento a fiato e allo stesso tempo ricordi il violino di Stuff Smith...”
Marco Maiocco – Disco Club – July 2007
“...A violinist with a superb technique and with a natural propensity to the research, Pastor has a very characteristic sound, recognizable, and very close to a soprano saxophone..”
Alberto Bazzurro – All About Jazz Italia – comunicato stampa per “Jazz Fuori Tema” – June 2007
“...Violinista dalla tecnica superba e dalla naturale disposizione alla ricerca, Pastor fa leva su un suono molto caratteristico, riconoscibile, che lo fa a volte somigliare non poco a un sassofono soprano...”
Alberto Bazzurro – All About Jazz Italia – comunicato stampa per “Jazz Fuori Tema” – June 2007
“…Pastor has, of course, a European sensibility but his innovative improvisational conception is rooted in the development of the jazz tradition …”
Anthony Barnett – Liner notes for Cycles – 2007
“…Pastor ha, naturalmente, una sensibilità europea (…) ma la sua innovativa concezione improvvisativa è radicata nello sviluppo della tradizione jazz…”
Anthony Barnett – Liner notes for Cycles – 2007
“…The violin in jazz has a marginal role (…) yet Pastor’s violin is a remarkable exception...”
Hermann Mennenga – Jazzdimensions (Germany) – February the 16th  2007
“…Il violino nel jazz ha ancora un ruolo piuttosto marginale. (…) Stefano Pastor rappresenta una eccezione degna di nota...”
Hermann Mennenga – Jazzdimensions (Germany) – February the 16th  2007
“…Pastor has the great ability to make polyhedric his violin …”
Pietro Martinelli  - Genovatune – January the 26th 2007
“…Grande capacità di rendere poliedrico uno strumento che nulla ha da invidiare agli altri, ma che purtroppo i canoni della musica classica troppe volte limitano al proprio genere…”
Pietro Martinelli  - Genovatune – January the 26th 2007
“…this violinist from Genova succeeds in forget the faultnes classical technic to obtaining a dense sound, rich rich of vocal inflexions, jointed to a saxofonistic phrasing…”
Francesco Martinelli – Musica Jazz, n. 11 anno 62°, November 2006
“…il violinista genovese è riuscito a dimenticare l’impeccabile tecnica classica per ottenere un suono denso, ricco di inflessioni vocali, combinato a un fraseggio sassofonistico…”
Francesco Martinelli – Musica Jazz, n. 11 anno 62°, November 2006
"Stefano Pastor loves the de-compositions, de-structurations and all the ways in which a jazz musician can propose something different starting by existing musical material. (…). Intense, precious, hypnotic."
Sabine Moig – Jazzosphere (France) n. 30 – October 2006
“Stefano pastor ama molto le decomposizioni, le destrutturazioni e tutte le possibilità offerte al musicista di jazz per proporre qualcosa di differente partendo da un materiale sonoro esistente. (…) Intenso, prezioso, ipnotico.”
Sabine Moig – Jazzosphere (France) n. 30 – October 2006
“…The attributes of his style - harsh, angular, dramatic and disparate - reveal all his original approach, the emotional lacerations, the intellectual and spiritual reasons of the violinist…”
Gianpaolo Chiriacò – Jazzit year 8 n. 36 – September/October 2006
“…gli attributi del suo stile – aspro, spigoloso, drammatico e finanche disperato - (…) se inquadrati nel contesto opportuno disvelano tutta la carica personale, le lacerazioni emotive, i moti intellettuali e di spirito del violinista…”
Gianpaolo Chiriacò – Jazzit year 8 n. 36 – September/October 2006
“…Pastor goes deep into his own way based on strictness on the research and on an extreme control of his instrument …”
Guido Festinese – Alias anno 9 n° 35 – “Il Manifesto” –  September 9 2006
“…Pastor approfondisce il suo percorso, fatto di rigore nella ricerca ed estremo controllo sullo strumento…”
Guido Festinese – Alias anno 9 n° 35 – “Il Manifesto” –  September 9 2006
“…Pastor’s violin promises sumptuous musical inspirations.”
Ana Isabel Ordonez – Jazzreview (USA) – July 2006
“…Il violino di Pastor promette sontuose ispirazioni musicali.”
Ana Isabel Ordonez – Jazzreview (USA) – July 2006
“…Pastor is a violinist: this means a likely enough eccentric role in the jazz field. How could happen that Pastor plays a leading role, exploring the heart of jazz reasearch, focusing on Ornette Coleman and John Coltrane? I think the answer is in his ability to expand his violin’s timbre, which becomes a mutant one, yielded to the musician’s demands and ready to interact with the ensemble…”
Luca Bandirali - Jazzitalia –  June 2 2006
“…il suo strumento è il violino, e questo fatto basterebbe a determinare per statuto una certa lateralità di discorso, (…). Come accade, allora, che Pastor si ritrovi al centro delle cose, a esplorare il nucleo stesso del jazz di ricerca, da Ornette Coleman a John Coltrane? Credo che la risposta sia data da una capacità di estendere il dominio timbrico del violino stesso, che diventa strumento mutante, piegato alle esigenze del musicista…”
Luca Bandirali - Jazzitalia –  June 2 2006
“…Pastor lead well the group and the violin which in his hands gains the sound of a wind instrument…”
Cosimo Parisi – Musicboom – June 2006
“…Pastor gestisce bene il gruppo ed il violino, che nelle sue mani acquista le valenze di uno strumento a fiato…”
Cosimo Parisi – Musicboom – June 2006
“…Pastor writes quirky songs that move in unexpected ways …”
Down Town Music Gallery (USA) – May 2006
“…Pastor scrive brani arguti che si sviluppano in direzioni inaspettate. ..”
Down Town Music Gallery (USA) – May 2006
“…Very interesting the Pastor’s approach to the violin,: he is able to transform the violin sound into something close to a wind instrument…”
Paolo Perilli – Suono n. 390– March 2006
“…Molto interessante l’approccio al violino di Pastor, capace di trasformare il suono dello stesso in qualche cosa che assomiglia a uno strumento a fiato…”
Paolo Perilli – Suono n. 390– March 2006
“…a violinist who, in accentation, pronounce and musical culture, is a clever jazzman.”
Vittorio Lo Conte - All About Jazz Italia – 2006
“…un violinista che, per accenti, pronuncia e cultura musicale, sa essere un jazzista di valore.”
Vittorio Lo Conte - All About Jazz Italia – 2006
“…Pastor uses his violi with the flexibility of a soprano saxophone…”
Johannes Kloth – Jazzdimensions (Germany) – January the 5th 2006
“…Pastor impiega il suo violino con la duttilità di un saxofono soprano…”
Johannes Kloth – Jazzdimensions (Germany) – January the 5th 2006
“…Interesting the use of micro-tonal variation by Stefano Pastor…”
Pino Saulo – Battiti – Radio 3 –  July 6 2005
“…Particolare anche l’uso di variazioni microtonali da parte di Stefano Pastor...”
Pino Saulo – Battiti – Radio 3 –  July 6 2005
“…Pastor is a jazzman and with his violin searches with intelligent obstinacy new expressive ways…”
Guido Festinese – Alias (inserto de “Il Manifesto”) – june 11 2005
“…Pastor è un jazzista e con il violino cerca con intelligente ostinazione nuove possibilità espressive...”
Guido Festinese – Alias (inserto de “Il Manifesto”) – june 11 2005
“…Pastor uses his instrument in a paroxystic, astounding way…”
Alceste Ayroldi – Jazzitalia – 2005
“…Pastor utilizza lo strumento in senso parossistico, quasi agghiacciante. Libera ogni suono con gracidare vellutato…”
Alceste Ayroldi – Jazzitalia – 2005